mercoledì 26 ottobre 2016

Il messaggio di Alessandro Di Battista agli elettori del PD



Ecco il messaggio che Alessandro Di Battista manda agli elettori del PD: 

"Ehi dico a te. Hai sempre votato PD. Credimi lo rispetto. Avrai avuto le tue ragioni e non le giudico. Ma perché adesso stai zitto? Perché taci di fronte a tutto il malaffare che trabocca ogni giorno dal partito nel quale (ancora?) credi. Sii onesto. Se ci fosse stato un caso De Luca o Mafia Capitale nel M5S saresti restato in silenzio? Oppure avresti gridato allo scandalo intasando la rete di messaggi di condanna? E allora perché adesso non apri bocca? Possibile che l'appartenenza ad un partito valga tanta indolenza, tanto torpore o tanta ibernazione della dignità? I partiti vanno votati e poi controllati con spirito critico e se non soddisfano le proprie aspirazioni vanno condannati. Non possono essere difesi come squadre di calcio da tifare senza se e senza ma. Questo significa ragionare "per partito preso", ovvero mettere in naftalina la propria indipendenza intellettuale. Con il massimo rispetto ti chiedo di farti una semplice domanda. Il PD di Buzzi, del ponte sullo stretto, delle trivelle, della corruzione e della finta legge anti-corruzione. Il PD del patto con B., di Verdini, di De Luca e delle dimissioni di Marino dal notaio. Il PD dei tagli alla sanità e della distruzione della scuola pubblica. Il tuo PD merita ancora di essere tuo? Se sì auguri, se no guardati intorno, c'è chi sta dando l'anima per rendere il nostro paese un paese normale e che non crede che la politica sia un modo semplice di arricchirsi a discapito della collettività. Pensaci, buona giornata. #IoDicoNo "

1 commento: